Bomboniere artistiche Luna di Miele

Bomboniere artistiche Luna di Miele, connubio perfetto tra Ceramiche d’arte Calatine e Miele Biologico, prodotti di esclusiva manifattura artigianale.
Luna di Miele è una vasta linea di bomboniere artistiche appositamente studiate con smalti per alimenti “apiombici” per il contenimento del Miele e chiuse ermeticamente con un tappo di Sughero spesso quattro centimetri.  La linea Luna di Miele è una linea appositamente progettata  per chi desidera una bomboniera unica, originale, inconfondibile dalle solite di manifattura industriale.
Le Bomboniere artistiche Luna di Miele è la nostra nuova linea di bomboniere in ceramica che si suddivide in:

  • BOMBONIERE “ FAI DA TE”
  • COLLEZIONE LUNA DI MIELE.

Mentre nella prima sarete voi a realizzare la vostra bomboniera, selezionando forma, dimensioni, manici, decori ed infine i mieli che più preferite,realizzando una bomboniera unica e artigianale, nella seconda troverete alcune bomboniere già pronte selezionate dal nostro staff per chi preferisce fare un acquisto pratico e veloce.
Inoltre potete scegliere se far realizzare la bomboniera completa di scatolo, sacchetti o veli con i confetti, confezione e bigliettini, da noi oppure realizzarli voi scegliendo tra le nostre proposte nella voce Accessori Vari.


La realizzazione delle bomboniere

Le Bomboniere per essere realizzate sono soggette alle seguenti fasi di lavorazione:

  • La prima fase per realizzare le bomboniere artistiche, consiste nel dare forma ad un pezzo d’argilla attraverso la fase della Tornitura e successivamente al Ritocco. La tornitura consiste nel posare sul disco del tornio, che gira ad alta velocità, una palla d'argilla che con la pressione delle mani e un po’ d'acqua, crea il nostro vasetto. Successivamente nella fase del ritocco attraverso l’uso di ferri per togliere le masse in eccesso e lisciare le pareti, rifiniamo il vasetto. In seguito si possono applicare i manici, le decorazioni a rilievo che vengono incollate con argilla liquida. A lavorazione finita il vasetto lo si lascia essiccare per alcuni giorni.

  •  La seconda fase da eseguire dopo il ritocco è l’Essiccazione, dove il vasetto viene riposto in una zona con un basso tasso d’umidità e nell’arco di alcuni giorni perderà buona parte dell’acqua contenuta nell’argilla. Questa fase è importante per la prima cottura in quanto evita eccessive deformazioni.

  • Una volta che il vasetto si è parzialmente asciugato, viene infornato in Prima Cottura per circa 13/15 ore a temperature di circa 960°. Il vaso così prenderà il nome di terracotta o biscotto.
  • La quarta fase consiste nella Smaltatura, immergendo il vaso nello smalto apiombico bianco, appositamente studiato per il contenimento degli alimenti; nel nostro caso il miele.
  • La quinta fase, è la Decorazione dove fantasia e maestria del decoratore prendono forma sul vasetto. Caratterizzante è l’utilizzo di colori e decori tipici della centenaria città della ceramica Caltagirone.

  • Ultima ma non meno importante è la Seconda Cottura fase in cui si richiede un’estrema accuratezza nel maneggiare i vasi da infornare. Lo smalto e i colori fusi ad una temperatura di 940° prendono lucentezza e luminosità.

  • I vasetti prima dell’introduzione del miele vengono lavati e Sterilizzati in lavastoviglie. Successivamente  avviene l’invasettamento con dosatrice volumetrica ed infine la chiusura ermetica dei vasetti con tappo in Sughero spesso  4,5 cm.

 

La produzione del miele

La produzione di miele biologico dell’Apicoltura Cannizzaro segue le seguenti fasi:

INTRODUZIONE
Il miele è una sostanza zuccherina prodotta dalle api (apis mellifera), il quale è il risultato finale della trasformazione da parte delle api del nettare dei fiori. Il nettare portato dalle api all’interno dell’alveare verrà arricchito di enzimi e l’umidità del miele sarà portata al 17% circa consentendo così al miele di durare anche per diversi anni. Una volta prodotto il miele conservato dalle api all’interno dei favi viene sigillato con un tappo di cera denominato Opercolo. Una volta raccolti i melari e tolte le api con un apposito soffiatore, questi vengono portati in laboratorio per l’estrazione del miele. Le varie fasi per l’estrazione del miele sono le seguenti:

La Disopercolatura dei favi consiste nell’asportare con una apposita forchetta gli opercoli di cera che le api hanno apposto sulla superficie dei favi per consentire la conservazione del miele. Questa operazione serve quindi per consentire la fuoriuscita del miele per azione centrifuga in fase di smielatura.

Per questa operazione affinché il miele non goccioli a terra viene usata una vasca in acciaio inox chiamata vasca per disopercolare. Gli opercoli di cera vengono fatti sgocciolare all’interno di questa vasca e successivamente fatti fondere in una sceratrice che funziona con il calore del sole chiamata Sceratrice Solare.

Gli opercoli di cera così trasformati, in pani di cera, vengono spedite in apposite cererie dove vengono trasformati in Fogli Cerei e che rappresentano la base dell’apicoltura moderna.

I favi così disopercolati vengono inseriti all’interno dello Smielatore, in acciaio inox, dove il miele viene estratto per azione centrifuga.

Terminata la fase di smielatura dei favi il miele viene fatto passare attraverso un Filtro a maglia fine che serve a trattenere eventuali impurità. Dopodiché viene trasferito a mano o con l’ausilio di una pompa per miele in acciaio inox in appositi  contenitori in acciaio inox chiamati decantatori, dove il miele riposa sino alla fase di invasettamento.

L’ultima fase è l’Invasettamento ossia il riempimento di vasi in vetro e delle bomboniere artistiche con dosatrice per miele di tipo volumetrico.

 

Personalizza Certificazione Partner video